Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
GESAAF Dipartimento di Gestione dei Sistemi Agrari, Alimentari e Forestali
Home page > Ricerca > Progetti di ricerca > Sezione Ingegneria Agraria, Forestale e dei Biosistemi > Progetti di ricerca > Trasmittanza termica

Trasmittanza termica

 Immagine del progetto

Titolo del Progetto
Verifica sperimentale della trasmittanza termica di un elemento costruttivo costituito da una parete armata prefabbricata.

Premessa

Il coefficiente K (U) definisce la trasmissione termica totale o trasmittanza, esprimibile come la quantità di calore che in regime stazionario passa attraverso una parete di 1 m2 nell'unità di tempo [un'ora] quando la differenza di temperatura dell'aria a contatto con le due facce della parete è di 1°C.Il valore di K [W/m2•°C] si ricava dal calcolo di R che definisce la somma delle resistenze totali incontrate nella trasmissione del calore. La resistenza termica R [m2•°C/W] di un materiale è funzione della conduttanza unitaria (C), ovvero la quantità di calore che passa nell'unità di tempo, in regime stazionario e in direzione ortogonale attraverso uno spessore di materiale con un coefficiente di conducibilità  λ [W/m•°C] quando tra le due facce esista una differenza di temperatura di 1°C.

Descrizione

Il coefficiente λ che rappresenta la conducibilità termica dei materiali deve tenere conto delle reali condizioni di impiego degli elementi, della loro posa in opera e dell'ambiente nel quale vengono realizzati. La UNI 10351:2004 precisa che gli scostamenti fra valori misurati in laboratorio su provini e quelli riscontrabili nelle condizioni reali variano tra il 5% e il 50%. I fattori che possono potenzialmente distorcere il valore λ dei materiali sono diversi, tra cui: percentuale di umidità, invecchiamento, manipolazioni, spessori, ecc. La misura della trasmittanza in sito è pertanto influenzata da fattori che non sono e non possono essere contemplati nelle misure di laboratorio. Le attività della presente sperimentazione si prefiggono l'obiettivo di rilevare la trasmittanza di elementi costruttivi in condizioni ambientali ricreate artificialmente e reali. I fenomeni di trasmissione termica così come accennati in premessa, si verificano in condizioni di regime termico stazionario, cioè quando la temperatura della parete risulta in equilibrio con la temperatura dell'ambiente circostante. In condizioni di regime variabile a causa delle escursioni termiche giornaliere dell'aria esterna, la parete prima di trasmettere il calore tende a immagazzinarlo (o cederlo), riscaldandosi ( raffreddandosi) fino ad adeguare il proprio livello termico a quello dell'aria. Il fenomeno è definito come capacità termica ed è influenzato dal calore specifico dei materiali, dalla massa volumica e dallo spessore delle pareti.

Scopo

Rilevare la trasmittanza di una parete armata prefabbricata all'interno di un sistema ad ambiente controllato e in ambiente reale.

Responsabile della Ricerca Prof. Matteo Barbari

Dottorando Agr. Giuseppe Rossi

Committente e partner della sperimentazione
Edilizia Globale srl
http://www.ediliziaglobale.com/
e-mail: info@ediliziaglobale.com
Responsabile committenza Ing. Farid Tarawneh
Map:

Strumenti di misura utilizzati
LSI Lastem
http://www.lsi-lastem.it/
e-mail: info@lsi-lastem.it
Map:

 
ultimo aggiornamento: 13-Gen-2014
Unifi Home Page

Inizio pagina